• Patrizia Gariffo

Ogni cosa torna, com'è nato


Ogni cosa torna, il mio secondo libro, è stato pubblicato ad agosto nel 2020. E’ arrivato dopo tre anni dal primo, Messi vicini per caso. Questi anni sono stati importanti e utili perché ho acquisito esperienza e ho imparato tante cose che non conoscevo sulla scrittura, ma anche su di me. E’ un romanzo più maturo, dove ogni parola è stata scelta e pensata con cura e in cui tutti i personaggi sono delineati in ogni loro sfaccettatura. Almeno ho provato a farlo.

Anche se è uscito pochi mesi fa, la storia di questo libro inizia a febbraio del 2019 grazie alla partecipazione a Imprese Narrative, un contest organizzato dalla casa editrice bookabook, prima in Italia ad utilizzare il crowdfunding, metodo molto noto all’estero e ancora poco in Italia, soprattutto nel campo dell’editoria. A febbraio, quindi, ho inviato il romanzo e, dopo la selezione qualitativa da parte degli editor della casa editrice, mi è stata offerta la possibilità di intraprendere la campagna di crowdfunding, partita a settembre del 2019 e terminata a gennaio del 2020. In questi mesi sono stati i lettori a decidere che il libro dovesse essere pubblicato e distribuito in tutta Italia e negli store online, acquistando in quattro mesi oltre 400 copie.


L’idea della storia di Ogni cosa torna, invece è nata ancora prima, una sera di agosto del 2018. Da tempo avevo in mente la storia di Emma, una donna che ha sacrificato la sua felicità e quella degli altri all’altare dell’ambizione e della ricchezza. Desideravo che questo romanzo fosse ambientato in Sicilia e che chi lo leggesse potesse vederne la bellezza attraverso le pagine. Mi trovavo in vacanza in una bellissima e rinomatissima località balneare dell’isola: San Vito Lo Capo che è diventato San Vittorio Siculo, dove si sviluppa un intricatissimo mistero e il sole è caldissimo pure a ottobre inoltrato.

In questo romanzo ogni personaggio paga per una colpa antica commessa da altri, perché ogni azione compiuta coinvolge chi ci sta attorno. Nulla si può dimenticare e ogni atto e comportamento condiziona le esistenze dei protagonisti. Questo è il fil rouge che si snoda nelle pagine del libro.

“Fuggire non era servito a niente, perché adesso ogni cosa era tornata.”

Patrizia Gariffo

12 visualizzazioni

Ciao e buona lettura

Questo blog è il luogo dove condivido le mie passioni e racconto ai miei lettori tutto ciò che mi ispira e mi piace. Quindi siediti, rilassati e inizia a leggere.

Vuoi ricevere i miei post?

  • Facebook
  • Instagram
  • Amazon Icona sociale

Lasciami le tue opinioni e i tuoi suggerimenti

© 2023 by Turning Heads. Proudly created with Wix.com