• Patrizia Gariffo

Ho imparato ad aggirare gli ostacoli


Quando racconto che faccio la giornalista, spesso, nel viso del mio interlocutore leggo una certa incredulità e sono sicura che nella mente di qualcuno balena la domanda, taciuta, "Ma come fai la giornalista se non puoi correre dietro alle notizie?".


Diciamo che ho aggirato l’ostacolo, soluzione per la quale è bene optare sempre se ce ne troviamo uno davanti. Così, non ho mai pensato di occuparmi di cronaca, ma di tutto ciò che potevo gestire da casa. Da vent’anni, quindi, faccio il mestiere più bello del mondo, secondo me, “piegandolo” alle mie esigenze. A poco a poco il mio nome e il mio lavoro sono diventati noti e apprezzati e, quindi, ad aiutarmi a trovare le notizie, ora, sono gli altri, che mi inviano i comunicati stampa, mi chiedono interviste e di parlare delle loro storie.


E’ bene precisare che non è stato semplice, perché non poter fare questa professione in modo tradizionale chiude tante porte ma, fortunatamente, molte altre se ne aprono. Le difficoltà non mancano quando devo spiegare che preferisco usare le e-mail o i social, perché parlare al telefono o incontrarsi è più complicato. Purtroppo, non sempre tutti comprendono, ma molti lo fanno, fidandosi di me, delle mie capacità e della mia serietà professionale.


È complicato, le porte chiuse in faccia e le persone che non vanno oltre la disabilità ci sono, ma mai arrendersi e abbattersi, anche se c’è chi fa di tutto per rendere ogni cosa più tortuosa di quanto già non sia o chi “sporca” i successi raggiunti dicendo apertamente, o pensandolo solamente, che li ho ottenuti “grazie” alla mia condizione.


Non significa che io sia “arrivata” e che voglia dare insegnamenti o ergermi ad esempio. Io sono caduta tante volte e altrettante volte mi sono rialzata e ancora lo farò. Non sono l’unica, c’è chi ha fatto meglio di me. Non ho fatto nulla di speciale, sto solo percorrendo la mia strada, aggirando di tanto in tanto qualche ostacolo.


“Quando ci si trova davanti un ostacolo, la linea più breve tra i due punti può essere una linea curva.”

Bertolt Brecht

15 visualizzazioni

Ciao e buona lettura

Questo blog è il luogo dove condivido le mie passioni e racconto ai miei lettori tutto ciò che mi ispira e mi piace. Quindi siediti, rilassati e inizia a leggere.

Vuoi ricevere i miei post?

  • Facebook
  • Instagram
  • Amazon Icona sociale

Lasciami le tue opinioni e i tuoi suggerimenti

© 2023 by Turning Heads. Proudly created with Wix.com